“Tutto ho raccolto di te”: la meravigliosa citazione di Antonio Tabucchi


Tutto ho raccolto di te: briciole, frammenti, polvere, tracce, supposizioni, accenti restati in voci altrui, qualche grano di sabbia, una conchiglia, il tuo passato immaginato da me, il nostro supposto futuro, ciò che avrei voluto da te, ciò che mi avevi promesso, i miei sogni infantili, l’innamoramento che bambina sentii per mio padre, certe sciocche rime della mia giovinezza, un papavero sul ciglio di una strada polverosa. Anche quello ho messo in tasca, sai?

Antonio Tabucchi

Leggi anche  Alessandro Baricco e l’intenso “Monologo dei quadri” tratto da Novecento