“Gatto che giochi per strada”: una poesia di Fernando Pessoa

Foto di Robert Doisneau
Foto di Robert Doisneau

Gatto che giochi per strada
come se fosse il tuo letto
invidio questa tua sorte
che nemmeno sorte si chiama.

Buon servo di leggi fatali
che governano pietre e persone,
possiedi istinti comuni
e senti solo ciò che senti.

Sei felice perché sei così,
tutto il nulla che sei è tuo.
Io mi vedo e non mi ho,
mi conosco e non son io.

Fernando Pessoa

Leggi anche  "Invictus": l'indimenticabile poesia di William Ernest Henley amata da Nelson Mandela