“Ama di me”: una poesia di Cinzia Pennati

Ama di me quello che non sai.
I segreti che proteggo.
Le parti scure che possiedo.
Ama di me quella ruga che detesto.
La pancia che odio.
L’anima incerta.
Ama di me la stanchezza del corpo.
Il tempo che resta.
E quello che è stato.
Ama di me l’amore disilluso.
La fiducia che conosco.
I buchi neri che non so affrontare.

Ama di me l’intraprendenza.
Gli spazi vuoti.
Dove non riesco a guardare.
Ama di me i figli che porto.
Quelli che avrei voluto.
Quelli che non desidero.
Ama di me la solitudine che cerco.
La fronte corrugata.
Il viaggio che ho intrapreso.
Ama di me ciò che non si vede.
Quello che non sono.
L’amore che non riesco.

Ama me la verità. E scegli di restare.
Ancora un attimo.
Un’ora.
Un giorno.
Che sa farsi eternità.

Cinzia Pennati (Penny)

Leggi anche  "Scrivo perché tu esista": una poesia di Rafael Ángel Herra