“Nuda sei semplice”: una poesia di Pablo Neruda

Ramon Casas i Carbó. Nude 1894-1904
Ramon Casas i Carbó. Nude 1894-1904

Nuda sei semplice come una delle tue mani,
liscia, terrestre, minima, rotonda, trasparente,
hai linee di luna, cammini di mela,
nuda sei sottile come il grano nudo.

Nuda sei azzurra come la notte a Cuba,
hai rampicanti e stelle nei tuoi capelli,
nuda sei enorme e gialla
come l’estate in una chiesa d’oro.

Nuda sei piccola come una delle tue unghie,
curva, sottile, rosea finché nasce il giorno
e t’addentri nel sotterraneo del mondo

come in una lunga galleria di vestiti e di lavori:
la tua chiarezza si spegne, si veste, si sfoglia
e di nuovo torna a essere una mano nuda.

Pablo Neruda

Precedente Paulo Coelho: "C'era una volta un uccellino". Un bellissimo passo tratto da 'Undici Minuti' Successivo "Un amore felice": la poesia del Premio Nobel Wisława Szymborska