“Gabbiani”: la splendida poesia di Vincenzo Cardarelli

 

Foto di Rui Palha
Foto di Rui Palha

Non so dove i gabbiani abbiano il nido,
ove trovino pace.
Io son come loro
in perpetuo volo.
La vita la sfioro
com’essi l’acqua ad acciuffare il cibo.
E come forse anch’essi amo la quiete,
la gran quiete marina,
ma il mio destino รจ vivere
balenando in burrasca.
Vincenzo Cardarelli

Precedente "Io ti chiesi" di Hermann Hesse: gli occhi sono specchio dell'anima Successivo Pablo Neruda e la sua splendida "Ode al giorno felice"