“Desiderio d’amore”: una poesia di Alda Merini

alda_merini_3

Lei desiderava un sorriso
una musica muta
una riva di mare
per bagnarsi
il suo amore impossibile.
I suoi piedi nudi e piagati,
i suoi meschini capelli.
Lei ignorava che il ricordo
è un ferro piantato alla porta,
non sapeva nulla
della perfezione del passato,
del massacro delle notti solitarie
non sapeva che il più grande
desiderio
è un niente
che s’inventa stranissime cose,
e vola come un’idea
verso l’enciclopedia
del Paradiso.
Sogna
su un altare di piombo
e frusta strampalati pupazzi
che non portano mai allegria.

Alda Merini

da “Io dormo sola”, Acquaviva, 2005

Precedente "Ti auguro tempo": la bellissima poesia di Elli Michler Successivo "L'addio": una struggente poesia di Pedro Salinas